sabato 26 gennaio 2008

Cieco chi guarda il cielo senza comprenderlo: è un viaggiatore che attraversa il mondo senza vederlo; è un sordo in mezzo a un concerto.

3 commenti:

Walter ha detto...

ehh egle...sono cose troppo profonde per questo blog ahahah
Dei versi che potrebbero andar bene qui possono essere ad es:
"Amore, hai gli occhi verdi come l'acqua del pilone che ho sulla lamia". Questa è poesia...
Scherzo ovviamente ;-)

Anonimo ha detto...

NONI, NONI,EGLE HA SBAJATU SITU.....NO SI PONNU SCRII CERTI COSI QUA SOBBRA......C'è STA IESSI PACCIA???COSI GREZZI NI PIACUNU......

antonio ha detto...

Ciao a tutti!! Egle concordo con walter, non ti sprecare per questi qua.. Loro vorrebbero sentrisi dire: "il mio cuore squaqquarescia pi te comu na pignata ti fai sobbra allu fuecu" ahahahah
Grandi cmq!! bravi bravi!!